Betatre

Articoli e news dal Web

eventi

Nuova vita per il Nettuno di Bologna

Bologna è capoluogo dell’Emilia-Romagna. Città nota per le sue torri e per le università, possiede un centro storico tra i più belli in Italia e un monumento che contribuisce a renderlo tale è la fontana del Nettuno. Questo monumento simboleggia così tanto la città di Bologna a tal punto che Il tridente che tiene in mano Nettuno è stato adottato come simbolo della nota casa automobilistica Maserati nata a Bologna.

Un po’ di storia

La fontana è stata voluta dal cardinale Carlo Borromeo per abbellire la piazza Maggiore ed è stata costruita all’incrocio tra il cardo e il decumano, le due principali vie della città romana. La fontana simboleggia la dominazione del Papa sul mondo, come Nettuno domina sulle acque. I quattro putti ai piedi di Nettuno rappresentano Gange, Nilo, Rio delle Amazzoni e Danubio; ovvero i fiumi dei continenti allora conosciuti. Tommaso Laureti nel 1563 progettò la fontana e nei successivi tre anni fu costruita dallo scultore fiammingo Gianbologna in marmo e bronzo. La fontana viene alimentata da due fonti per far fronte al bisogno d’acqua di ben 90 zampilli.

Servono fondi per il progetto

Recentemente il comune di Bologna ha dato il via a una raccolta fondi per un progetto molto ambizioso: restaurare la fontana di Nettuno. Il comune ha calcolato che per il restauro serviranno circa 800.000€. Un grande contributo al progetto lo ha dato anche Unindustria Bologna, di cui Tiziana Ferrari è direttore generale. Tutti sono invitati a partecipare alla raccolta fondi, anche perché a chi contribuirà sarà restituita una buona parte del denaro nei successivi tre anni grazie a un vantaggio fiscale: l’Art Bonus. Questo permette alle aziende o ai cittadini che hanno fatto delle donazioni per progetti culturali di recuperare il 65% del denaro nel per donazioni fatte nel 2015 e il 50% per donazioni fatte nel 2016.

 

Betatre - Articoli e news dal Web © 2014 Frontier Theme
Wordpress SEO Plugin by SEOPressor