IMPIANTI TECNOLOGICI

Negli ultimi anni la denominazione impianti tecnologici ha sostituito i termini più comuni, come impianti di  condizionamento, riscaldamento, elettrici,  e gas. I motivi di questo cambiamento sono dovuti principalmente alla miglior sicurezza e affidabilità che potrete trovare in un moderno impianto tecnologico a Empoli. Gli impianti tecnologici sono sempre più richiesti, per raggiungere un maggior comfort, a livello civile e industriale.

CLASSIFICAZIONE IMPIANTI TECNOLOGICI

Impianto di riscaldamento: è  un impianto termico utilizzato per produrre e distribuire calore. Viene inteso come il sistema per riscaldare ambienti civili, lavorativi e mezzi di trasporto in ambito civile. Nel caso in cui lo stesso fornisca pure il raffreddamento, viene detto impianto di condizionamento. Gli impianti di riscaldamento si classificano in base a:

  • fonte di energia utilizzata: gas, gasolio, legna, carbone, solare, elettrica;
  • tipologia e dimensioni;
  • impatto ambientale ed efficienza che vengono valutate attraverso le emissioni di anidride carbonica e il costo totale;

Impianto di condizionamento: è un impianto che, in un determinato ambiente, riesce a raggiungere, controllare e mantenere determinate temperature, condizioni di umidità,il movimento e la qualità dell’aria. Per una corretta implementazione e per il corretto funzionamento dell’impianto tecnologico in questione si devono tenere in conto alcuni fattori:

IMPIANTI TECNOLOGICI

  • le condizioni climatiche dell’ambiente e la frequenza con cui queste possono variare;
  • le condizioni climatiche interne da raggiungere;
  • i carichi termici e quanto questi vadano a variare nello spazio e nel tempo;
  • la destinazione d’uso degli ambienti e dell’edificio
  • la necessità di un controllo delle condizioni termoigrometriche nei vari ambienti
  • le esigenze in termini di qualità dell’aria;
  • la possibile esigenza che, in caso di incendio, l’impianto di condizionamento,sia in grado di regolare il fumo;
  • la disponibilità di spazi adeguati per l’installazione delle macchine, dei condotti per l’aria e per tutto ciò che può servire;

Impianto elettrico: è l’impianto utilizzato per portare corrente elettrica negli edifici ed è composto da vari elementi, tra cui il contatore, le condutture e i cavi elettrici. Gli impianti elettrici si dividono in civili e industriali, i primi vengono utilizzati nelle abitazioni private e nei luoghi pubblici, mentre i secondi sono utilizzati nei luoghi di produzione e di lavoro. Negli impianti elettrici possono verificarsi malfunzionamenti o guasti e i più comuni sono:

  • il cortocircuito: problema che danneggia le apparecchiature causato da un guasto di isolamento
  • la dispersione elettrica: problema che danneggia le persone dovuto a un guasto di isolamento;
  • il sovraccarico: problema riscontrato per carichi elevati o per un sovradimensionamento dei conduttori, che può portare a dispersioni elettriche o cortocircuiti;
  • la sovratensione: problema che danneggia le apparecchiature dovuto principalmente a fulmini;

Per evitare che questi eventi possano provocare danni alle persone vengono utilizzate apposite apparecchiature di protezione per gli impianti tecnologici.

INSTALLAZIONE IMPIANTI TECNOLOGICIIMPIANTI TECNOLOGICI

Dal 22 gennaio 2008 attraverso il DM numero 37 sono stati modificati i criteri di installazione degli impianti tecnologici, ciò si applicherà agli impianti posti al servizio degli edifici. Questi si suddividono in:

  • impianti di produzione, trasporto, trasformazione, distribuzione, utilizzazione dell’energia elettrica;
  • impianti elettronici, radiotelevisivi e antenne;
  • impianti di climatizzazione, riscaldamento, refrigerazione e condizionamento;
  • impianti idrici e sanitari;
  • impianti per l’utilizzazione e la distribuzione di gas;
  • impianti di sollevamento di persone;
  • impianti di protezione antincendio;

Con l’articolo 5 sono modificati gli impianti per i quali è necessaria la redazione di un professionista per l’installazione, la trasformazione e l’ampliamento. Con l’articolo 7 è obbligatorio il rilascio di una dichiarazione di conformità dall’impresa installatrice, mentre l’articolo 8 disciplina gli obblighi del committente o del proprietario degli impianti. L’articolo 10 disciplina le norme riguardanti la manutenzione ordinaria degli impianti tecnologici.